+39 349 55 66 222 segreteria@cerchioblu.org

Osservatorio Suicidio dei poliziotti

Ci stiamo occupando da alcuni anni dello studio del triste fenomeno del suicidio degli appartenenti ai corpi di polizia in Italia. Purtroppo una delle criticità maggiori è proprio la raccolta dei dati. Non esiste ad oggi un monitoraggio nazionale dei suicidi degli appartenenti alle forze di polizia o dell'ordine italiani. Questo scaturisce una serie di congetture tra chi pensa sia un fenomeno preoccupante che supera i parametri di criticità e chi invece sostiene che non è preoccupante e non c'è alcuna differenza tra la percentuale dei suicidi nelle forze di polizia con il numero totale dei suicidi relativi alla popolazione italiana di riferimento.

APPROFONDISCI

Sostegno ai familiari delle vittime di eventi traumatici

L'intervento di forze dell'ordine e soccorritori direttamente nel teatro di incidenti ed emergenze non può ricondursi solo ad attività operativa e procedure standardizzate. La tragedia travolge molte persone: vittime dirette degli eventi, parenti, familiari, amici le cui esistenze saranno sconvolte da quel momento in avanti, in una frattura temporale insanabile spesso generata dall'operatore di polizia che porta la triste notizia.

APPROFONDISCI

Sostegno alle coppie in uniforme

La vita di una coppia attraversa diverse fasi: a volte si cammina l’uno di fianco all’altra, a volte invece ci si rincorre nel tentativo di raggiungersi nuovamente. Certamente una vita di coppia soddisfacente ed equilibrata è fonte di soddisfazione personale e grande vitalità, e rappresenta una inesauribile fonte di energia per affrontare piccoli e grandi imprevisti che la vita mette sul nostro cammino.

APPROFONDISCI

FORMAZIONE DI PEER SUPPORTER

Esistono situazioni ed esperienze che solo un collega può capire e che solo ad un collega si possono raccontare.
Talvolta dal collega ci si aspetta un aiuto, una parola utile, un consiglio: ecco il ruolo del PARI, un operatore di polizia adeguatamente formato pronto ad offrire il proprio supporto psicologico ad un collega che -durante il servizio- ha vissuto situazioni di forte impatto emotivo, tali da considerarsi fonti di stress e disagio.

APPROFONDISCI

Piano di assistenza alle vittime di incidenti aerei e ai loro familiari

Formazione del personale degli aeroporti e delle Compagnie Aree (vettori) assistenza in caso di incidente aereo. Formiamo il personale come previsto dall’art. 21.2 Regolamento (UE) n. 996/2010 e dalla circolare ENAC GEN 05 "Piano di assistenza alle vittime di incidenti aerei e ai loro familiari". In caso di incidente aereo, la gestione delle attività di assistenza alle vittime e ai loro familiari, è affidata in primo luogo al vettore aereo coinvolto nell'incidente, che deve dotarsi di un proprio piano specifico. Il piano deve prevedere una adeguata risposta organizzativa e assistenza in caso di incidente, garantire un’immediata comunicazione semplice, diretta e tempestiva circa l’incidente. Assicurare l’assistenza psicologica e sociale a tutte le persone coinvolte, ed ai loro familiari

APPROFONDISCI